CategoriesTips

Detersivi per la lavatrice: quale formato scegliere e quale scomparto utilizzare

Lavatrice- quali sono i detersivi migliori?

Sapere quale usare è importante perché ci permette di lavare al meglio i nostri capi ed evitare lavaggi eccessivi che comportano un grosso spreco di denaro e di energia. Perciò ecco tutto quello che devi sapere sugli scomparti della lavatrice e sulle differenze tra questi tre tipi di saponi per il bucato. 

Gli scomparti della lavatrice

È un argomento che avevamo già affrontato in piccola parte già, quando ti abbiamo parlato di come e quando usare l’ammorbidente. E allora ripartiamo da qui.

Nel caso ti fossi perso il nostro articolo, ti diciamo subito che lo scomparto con il fiorellino è per l’ammorbidente. Le altre due caselline, invece, servono entrambi per il detersivo. Ma c’è una differenza anche tra queste due.

Lo scomparto numero 1, quello con il numero romano I, è per il prelavaggio. Mentre per i lavaggi comuni devi versare il tuo detergente nello scomparto numero due, che riporta il numero romano II. 

A cosa serve il prelavaggio

L’operazione di prelavaggio dei capi in lavatrice ti permette di eliminare lo sporco più ostile. È molto utile per eliminare le macchie di vino o per togliere la polvere, oppure per detergere a fondo la biancheria intima.

Ma puoi utilizzare la funzione di prelavaggio su qualsiasi tipo di indumento, perché è un passaggio molto delicato che non rischia di rovinarli. Durante questa fase, infatti, i capi vengono messi ammollo in un acqua riscaldata a 30 gradi. Poi la lavatrice risucchia quell’acqua e dà il via al lavaggio normale.

È una funzione senz’altro molto utile, anche se un piccolo contro c’è: il prelavaggio comporta dei consumi maggiori, perché di fatto prolunga il tempo del lavaggio.

In ogni caso, se vuoi o necessiti di effettuare questa operazione per il tuo prossimo bucato ti consigliamo di utilizzare un detersivo in polvere. Il motivo è molto semplice e riguarda in realtà la seconda fase del lavaggio. I detergenti per bucato liquidi scivolano dallo scompartimento e finiscono nella lavatrice in modo diretto, prima che sia questa a risucchiuarli con il suo getto d’acqua: quindi rischieresti di fare un prelavaggio con una doppia dose di detergente e il lavaggio normale senza alcuno.

Ma scopriamo qualcosa in più sulle differenze tra i formati dei detersivi della lavatrice. 


lavatrice sbagliata
Come NON fare la lavatrice

Come scegliere il detersivo giusto

I saponi per il bucato non sono tutti uguali. Noi consigliamo sempre di scegliere quelli che conosci, di cui ti fidi. Insomma quelli che trovavi nei supermercati italiani e che oggi puoi acquistare in modo semplice ed economico dalla nostra sezione Bucato.

Ma al di là di marchi e aromi, ci sono i formati. In polvere, liquido o in capsule, ogni detersivo ha qualità specifiche, funzioni e temperature a cui regge meglio. Vediamo quali sono. 

Detersivo in polvere

Partiamo da quello in polvere, come detto il più adatto per il prelavaggio, per diversi motivi.
Infatti, oltre a non scivolare in anticipo nella lavatrice, questo tipo di detergente contiene particolari sbiancanti che aiutano a rimuovere le macchie.

È importante non abbondarne perché, appunto, potrebbe rovinare i colori del tuo bucato. Anche per questo motivo il detersivo in polvere è particolarmente indicato per asciugamani, lenzuola e tovaglie. Inoltre è un detergente che rende meglio ad alte temperature.

Dove mettere il detersivo in polvere? Lo puoi inserire nelle sezioni apposite oppure direttamente nel cestello, se hai una di quelle palline dosatrici. 

Detersivo liquido

Per i capi colorati è senza dubbio il formato migliore. Il detersivo liquido per la lavatrice infatti ha il vantaggio di non essere aggressivo e anche di non lasciare residui. Certo, va bene anche per lavare i bianchi, il che lo rende duttile e versatile, come avere due prodotti in uno solo.

Versalo direttamente nello scomparto numero II. 

Detersivo in capsule

Il vantaggio di questo formato è il dosaggio, non sbagli e non sprechi. Ti basta mettere una capsula all’interno del cestello, e lo puoi usare sia sui bianchi che sui colorati. Il detersivo in capsule ha solitamente un costo più basso rispetto agli altri formati, ma per funzionare al meglio richiede temperature alte. Perciò non è adatto per i lavaggi brevi ed è meglio non utilizzarlo per lane o cotoni delicati. 

Scegli tra Sole, Dash, Omino Bianco e gli altri detersivi di cui ti fidi

Eh si, li abbiamo proprio tutti, i migliori marchi di detersivi per lavatrice dei supermercati italiani, in diversi formati e con aromi diversi. Visita la nostra sezione dedicata al bucato e scegli la comodità di fare la spesa online e riceverla a casa tua.

Lascia un commento